Le banconote da 1000 lire hanno fatto parte per tantissimo tempo della nostra quotidianità. Oggi come oggi, a quasi vent’anni dall’ingresso dell’euro nelle nostre vite, non vanno assolutamente buttate via. La cosa giusta da fare è valutare bene i pezzi che si hanno: alcuni di essi, infatti, possono valere tantissimo. Quanto di preciso? Nelle prossime righe di questo articolo, abbiamo cercato di rispondere a questa domanda.

Mille lire: quanto valgono nel 2021?

Vista la popolarità che hanno avuto le 1000 lire nella nostra vita negli anni passati, sono tantissime le persone che si chiedono quanto valgano oggi. A questa domanda non si può rispondere con un riferimento univoco. Tutto, infatti, dipende dalle tipologie di banconote.

Un caso da non trascurare è quello delle 1000 lire del 1995, una banconota caratterizzata dalla presenza del disegno di Maria Montessori. Entrando nel vivo di questo pezzo, facciamo presente che la serie caratterizzata dal numero di serie XC A e firmata da Fazio e Speziali ha un valore che si aggira attorno ai 220 euro.

Cosa dire, invece, delle 1000 lire con il volto di Marco Polo? Coniate fino al 1991, oggi non hanno valori esorbitanti. Trattandosi di banconote molto comuni, si parla di una somma generalmente compresa fra i 3 e i 6 euro.

Attenzione, però: non in tutti i casi vale quanto appena indicato! Esiste infatti una situazione specifica, ossia le banconote caratterizzate dalla serie x, che prevede un valore di circa 200 euro a pezzo.

Un doveroso cenno quando si parla delle vecchie 1000 lire riguarda il caso di quelle in moneta. La più famosa è senza dubbio la moneta da 1000 lire dedicata, nel 1970, ai cento anni dalla Breccia di Porta Pia, l’evento a seguito del quale Roma è stata decretata capitale d’Italia.

Di questa moneta speciale è stata coniata una versione caratterizzata dalla presenza della scritta “Prova”. Se ben conservato, uno di questi 2500 pezzi può valere fino a 600 euro. Per quanto riguarda lo stato di conservazione, facciamo presente che la situazione migliore possibile è il fior di conio, una moneta che praticamente non ha mai circolato e che presenta tutti i rilievi chiaramente distinguibili (il corrispondente per le banconote è il fior i stampa).

Concludiamo rammentando che, senza la scritta “Prova”, le 1000 lire in moneta valgono molto meno: siamo infatti attorno a 15 euro in caso di conservazione in fior di conio e a 13 per lo stato splendido.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here