Chiedere il modello ISEE è un’esigenza che riguarda tantissime persone. Se ti trovi in questa situazione, senza dubbio ti starai chiedendo cosa fare di preciso per richiedere la DSU. Nelle prossime righe di questi articolo, puoi trovare diverse informazioni utili.

Come richiedere l’ISEE?

Quando si parla di come richiedere l’ISEE, è necessario rammentare che, prima di tutto, bisogna compilare la DSU, ossia la Dichiarazione Sostitutiva Unica. Premettendo il fatto che, ai fini del calcolo, concorrono fattori come la situazione patrimoniale, il reddito e il numero di componenti del nucleo familiare, facciamo presente che è necessario munirsi dei dati anagrafici dei componenti del nucleo familiari, dei documenti attestanti la ricezione dei redditi e, se ci si trova in affitto, delle ricevute di pagamento della locazione.

Proseguendo con l’elenco dei documenti da presentare in sede di richiesta dell’ISEE, è necessario citare le attestazione relativa al versamento di eventuali assegni a favore dell’ex moglie e dei figli.

Cosa sapere sulla DSU precompilata

Per venire incontro alle esigenze dell’utenza relative alla richiesta dell’ISEE, il legislatore ha messo a disposizione quella che è una risorsa a dir poco utile: la DSU precompilata. Di cosa si tratta? Di un documento contenente dati autodichiarati dall’utente e altri che, invece, sono stati comunicati dalle banche dati dell’Agenzia delle Entrate.

Grazie ad essa, è possibile richiedere l’ISEE. Fondamentale è fare presente che la DSU precompilata è una misura sperimentale, accessibile solo da parte dei nuclei familiari che hanno presentato la Dichiarazione Sostitutiva Unica attraverso il sito ufficiale dell’INPS.

Nel momento in cui si punta a richiedere la DSU precompilata, è necessario inserire quelli che sono noti come elementi di riscontro, informazioni sottoposti al controllo da parte dell’Agenzia delle Entrate. Di cosa si tratta di preciso? Premettendo il fatto che si tratta di informazioni che devono essere fornite dal dichiarante, è bene specificare che si parla, per ogni singolo componente maggiorenne del nucleo familiare, di specifiche relative sia al redddito, sia al patrimonio mobiliare. Fondamentale è specificare che si parla di dati riferiti a due anni prima rispetto alla presentazione della DSU. Ciò significa che, nel 2021, bisognerà prendere in considerazione le informazioni del 2019.

Concludiamo rammentando che la DSU precompilata può essere acquisita attraverso il sito INPS, facendo riferimento alla sezione “ISEE precompilato”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here