Allerta ISEE: ecco cosa potrebbe accadere

Com’è noto l’ISEE (indicatore della situazione economica equivalente) è uno strumento che permette di misurare la situazione economica di un determinato contesto familiare, ed è basato calcolando il reddito, patrimonio mobiliare, patrimonio immobiliare, componenti del nucleo familiare e caratteristiche del nucleo familiare. Si tratta di un documento molto importante perchè necessario per rinnovare alcune agevolazioni o aiuti statali come il Reddito di Cittadinanza e diversi bonus. La procedura per ottenerlo è molto simile a quella degli anni precedenti al 2021.

Richiesta ISEE 2021

Per ottenere l’ISEE 2021 (che è composta dalla Dichiarazione sostitutiva unica, o semplicemente DSU e l’attestazione ISEE, che evidenzia la situazione economica dei componenti del nucleo familiare) il richiedente deve presentare presso un Caf/Patronato i seguenti documenti, propri e di ogni componente del nucleo familiare:

  • Documento di identità e tessera sanitaria del dichiarante in corso di validità;
  • Tessere sanitarie dei componenti il nucleo familiare;
  • Copia del contratto di locazione con estremi di registrazione e relative ricevute di pagamento, in caso di affitto.
  • Saldo e giacenza media di conti correnti bancari e postali al 31 dicembre 2019;
  • Buoni postali, titoli di stato, obbligazioni, BOT, CCT, fondi di investimento, azioni o quote detenute presso società od organismi di investimento collettivo di risparmio;
  • Dati sul patrimonio immobiliare come da visure catastali;
  • Mutui, atti notarili di compravendita, atti di donazione di immobili, successioni nonché altra documentazione relativa al patrimonio immobiliare;
  • Targa o estremi di registrazione al PRA ai motoveicoli o autoveicoli di cilindrata pari o superiore a 500 cc;
  • Targa o estremi di registrazione al RID di navi ed imbarcazioni da riporto.

Abbiamo già parlato degli errori da non fare durante la richiesta dell’ISEE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.