Attenzione alla Postepay: pazzesco, ecco cosa sta succedendo in tutta Italia

L’aumento del commercio e compravendita online, assime ad una serie di fattori piuttosto diversificata, ha fornito “terreno fertile” per un servizio nato oramai quasi due decadi or sono da Poste Italiane, ossia Postepay. La celebre carta prepagata che sfrutta circuiti diffusi come Mastercard o Visa (a seconda delle versioni) continua ad essere la carta prepagata per eccellenza in Italia, considerando tutte le versioni esistenti.

La crescita

Anche ricorrenze oramai adottate anche nel nostro paese come il Black Friday hanno aumentato l’importanza di questi strumenti nell’uso comune è diventato particolarmente esteso ed importante per Poste Italiane, che hanno fatto registrare un aumento di diversi punti percentuali in fatto di transazioni economiche rispetto all’anno prima: ad oggi gli utenti Postepay risultano essere quasi 10 milioni in tutta Italia.

Attenzione alla Postepay: pazzesco, ecco cosa sta succedendo in tutta Italia

Qualsiasi strumento di successo deve fare i conti con numerose problematiche che condizionano l’uso: uno di questi fenomeni risulta essere le truffe, che per forza di cose utilizzano il “nome” e l’aspetto di servizi e prodotti conosciuti per attecchire.

Ecco perchè PostePay rappresenta la “vittima”  preferita di numerosi tentativi di phishing, ossia quella che normalmente viene definita truffa telematica che inganna l’utente utilizzando un sistema comunicativo conosciuto e un’aspetto familiare, per ottenere dati personali.

Un esempio di phishing è dato ad esempio da un particolare messaggio che in questi ultimi mesi sta facendo capolino presso gli smartphone e personal computer di numerosi utenti:

Gentile cliente (nome e cognome),

Ti comunichiamo che l’accesso e le funzioni del tuo conto Postepay Poste Italiane sono state temporaneamente disabilitate.

Questa misura è stata presa perchè hai ignorato la nostra precedente richiesta di effettuare la verifica obbligatoria del tuo profilo Online Banking.

Prima che riabilitiamo l’uso della tua carta abbiamo bisogno che ci confermi la tua identità compilando una serie di dati già inseriti sul nostro sito al momento della tua registrazione sul portale di Intesa.

Si tratta ovviamente del tipico messaggio di phishing, che presenta anche i loghi delle Poste nella maggior parte dei casi.

Il consiglio è quello di ignorare e cestinare questi messaggi per evitare il furto di dati sensibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.