Quanto può valere Ethereum nei prossimi mesi del 2022? Ecco l’analisi

Ethereum, in termini di capitalizzazione ma anche di notorietà, è seconda solo a Bitcoin. Da sola, ha in mano il 18 per cento del mercato; insieme a Bitcoin, le due cripto gestiscono il 60 per cento dell’intero comparto.

L’importanza di Ethereum è quindi evidente; e sta aumentando sempre più, grazie alla sua blockchain. A differenza di Bitcoin infatti, che ormai si presenta soprattutto come un bene rifugio, Ethereum punta tutto sui servizi offerti dalla sua piattaforma legata a DeFi, NFT e smart contracts.

Insomma, un progetto solido e a lungo termine, che trasforma il token relativo ETH in una moneta di utilità. E’ per questo che molti esperti sono sicuri che continuerà a crescere nel 2022, dando segnali importanti fin dai primi mesi.

L’andamento storico

Come è noto, il 2020 e il 2021 sono stati due anni di grande crescita per tutto il mondo delle cripto. Hanno visto l’arrivo di imprenditori istituzionali, e l’interesse di quella parte della finanza che ancora si teneva lontana dagli investimenti in valuta digitale. Più o meno, l’intero settore si è mosso nello stesso modo trascinato da Bitcoin.

Ma poi ogni asset è a sé, e a quello bisogna guardare. Da dicembre 2019 a dicembre 2021 le quotazioni di ETH sono aumentate del 4000 per cento; in termini monetari, un token è passato da 180 a 2.800 dollari.

Il picco a novembre 2021, quando è stata toccata la quota di 4.800 dollari. All’inizio dell’anno le previsioni ipotizzavano potesse arrivare a 3.000 dollari, partendo da una soglia di circa 1.200; invece è andata ben oltre.

Ora quindi dove può arrivare?

Previsioni di prezzo per Ethereum nel 2022

Condizionato anche dagli eventi socio politici mondiali, il mese di dicembre 2021 è stato caratterizzato dall’incertezza anche per le cripto valute. Quasi tutte sono scese parecchio, come anche in gennaio; un fatto però che non preoccupa più di tanto.

Le oscillazioni, anche molto ampie, sono assolutamente normali nel settore. E dopo un trend al ribasso, ci si aspetta sempre un andamento rialzista; la sfida è scoprire quando, e di quanto.

Per Ethereum, le previsioni sono decisamente positive. Gli esperti ipotizzano che un ETH possa arrivare a valere fra tra gli 8mila e i 10mila dollari entro la fine dell’anno. Il doppio, in sostanza, del picco raggiunto a novembre; ma dato che qualcosa di simile è già accaduto, non sembra impossibile.

C’è anche chi si aspetta di vedere quotazioni alte già per l’estate; entro giugno 2022, Ethereum potrebbe toccare già la soglia dei 10mila dollari a token. In tal caso, qualcuno si spinge a ipotizzare 15mila dollari per la fine del 2022 o al massimo il 2023. Ma in questo caso le previsioni diventano davvero ipotesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.