Batosta per i clienti Postepay: ecco cosa non potranno più fare, assurdo

Le carte Postepay sono delle carte prepagate, molto diffuse e utilizzate per acquisti sia nei negozi fisici che online.

Esistono varie tipologie di carte Postepay, da quella base, denominata Postepay Standard, alla Evolution, la quale è dotata di un codice IBAN che la rende molto simile a un conto corrente. Esistono poi le carte Digital, Connection e IoStudio. Ognuna è pensata per soddisfare diverse esigenze e per rendere sempre più rapidi, veloci e sicuri gli acquisti e le transizioni.

Proprio la questione sicurezza ha evidenziato, negli ultimi mesi, alcune falle che hanno spinto Poste Italiane ad apportare alcune modifiche per quanto riguarda le modalità di acquisto online. Questi mutamenti potrebbero impedirti di compiere alcune operazioni.

Vediamo cosa è cambiato e cosa rischi di non poter più fare con la tue carta prepagata Postepay.

Postepay e le truffe sul web

Nei gli ultimi mesi Postepay ha dovuto gestire una escalation di denunce legate a una truffa svuota conto. In parole povere, le vittime vedevano addebitarsi più volte al giorno piccole somme mai autorizzate. Le cifre andavano dai 4 agli 8 euro alla volta e l’addebito poteva avvenire anche dieci volte in un’unica giornata.

Truffe e raggiri online sono molto frequenti e vengo messi in atto talmente bene che le persone rilasciano di propria volontà tutti i dati della carta, convinti di star effettuando un acquisto online sicuro o di star compilando un modulo di Poste Italiane.

Per ovviare quanto possibile a questi inconvenienti, Poste Italiane ha modificato il sistema di acquisti online.

Acquisti online con Postepay

Con l’aumento dei tentativi di truffa e hackeraggio, i metodi di pagamento online sono diventati sempre più evoluti e sicuri, al fine di evitare per quanto possibile spiacevoli sorprese a chi utilizza il servizio. Anche i pagamenti con Postepay sono poco alla volta mutati. Mentre alcuni anni fa era sufficiente inserire i dati della carta, ossia il nome e il cognome dell’intestatario, il numero, la data di scadenza e il codice CVV, per inviare subito il pagamento, oggi non è più così.

In un primo tempo è stato inserito il controllo tramite SMS, sicuro, certo, ma evidentemente non abbastanza. In pratica, questo controllo prevede l’invio di un codice tramite SMS al numero di telefono associato alla carta. Chi sta effettuando l’acquisto non deve fare altro che inserire il codice online per verificare la propria identità e portare a termine la transizione.

Oggi il sistema si è ulteriormente evoluto. Vediamo in che modo e cosa potresti non riuscire più a fare.

Cosa cambia e cosa non puoi più fare

Il sistema degli SMS è oramai stato superato e sostituito da una modalità di controllo e verifica dell’identità più sicura e affidabile che prevede l’utilizzo del codice PosteID.

Per  effettuare acquisti online con la Postepay devi ora installare un’app sul tuo smartphone e autorizzare tramite questa il pagamento, sfruttando il codice suddetto.

Questo significa che se il tuo smartphone non supporta l’applicazione Postepay, non potrai più effettuare acquisti online!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.