Aumento sui prelievi al Bancomat: quanto si paga adesso?

Il bancomat rappresenta una delle svariate tipologie di pagamento elettronico diffusi in Italia, al pari delle carte di credito, carte di debito e quant’altro. Le tessere adibite ai pagamenti ed al prelievo di contante sono sempre più diffuse e “incentivate” anche dai governi.

Una delle principali motivazioni che porta l’Unione Europea e anche numerosi altri stati ad intraprendere quella che viene considerata una vera “guerra al contante” è relativa alla tassazione sulle transazioni di denaro, molto più difficili da tracciare con il contante, a differenza di bonifici, carte e bancomat.

Non si tratta dell’unica motivazione, visto che anche dal punto di vista della sicurezza e praticità risulta molto più semplice gestire il denaro telematicamente, nonostante diverse “resistenze” da parte della popolazione più tradizionalista, legata al denaro liquido.

Aumento sui prelievi al Bancomat: quanto si paga adesso?

Un aumento dei pagamenti elettronici ha modificato anche i costi delle banche, che stanno passando sempre con più frequenza al digitale, rendendo meno utili le filiali e gli ATM adibiti al prelievo dei contanti. Ciò ha comportato una certa preoccupazione da parte della clientela di istituti di credito, che, banalmente, devono far rientrare i costi, ed il metodo più logico rappresenta quello di aumentare i costi delle commissioni sui prelievi.

Attualmente la legge prevede una commissione “minima” di  0.49 centesimi di euro per ogni prelievo effettuato presso una banca che non sia quella del titolare, e almeno nell’immediato i costi non dovrebbero lievitare anche se nei prossimi mesi gli istituti di credito potrebbero concretamente aumentare questa soglia, fino a portarla ad 1 euro o 1,50 per ogni prelievo, per potersi garantire un’entrata minima. Si parla di ipotesi concrete perchè i 49 centesimi come commissione minima non sono più sufficienti per molte banche, sopratutto quelle meno “importanti”.

Di contro, con sempre più “colossi bancari” che si stanno convertendo al digitale al 100 %, rimuovendo la presenza fisica sul territorio, gli utenti saranno costretti ad prelevare presso un numero sempre minore di sportelli.

truffa bancomat tastiera prelievi bancomat prezzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.