Postepay, notizia sconvolgente per tutti: “Non potrai più…”

Ormai da anni le carte di pagamento, come la Postepay, sono diventate compagne della nostra quotidianità.  Per i pagamenti nei negozi fisici, ma anche per quelli online. E in questo settore la carta Postepay è regina; è stato calcolato che il 35 per cento degli acquisti sul web è pagato attraverso questo strumento emesso dalle Poste Italiane.

Proprio per quanto riguarda lo shopping online è stata introdotta una novità che potrebbe mettere qualcuno in difficoltà. Le intenzioni a monte sono buone: i tecnici lavorano per aumentare la sicurezza degli utenti, mettendo al riparo i loro soldi dai truffatori e garantendo transizioni sicure.

Ma a volte le novità in ambito tecnologico possono creare disagio a qualche utente all’inizio, soprattutto a chi è meno esperto di tecnologia. Ma vediamo cosa è successo

Postepay, addio agli SMS

Quando si effettuano dei pagamenti online, vengono richiesti dei codici che solo il titolare della carta Postepay può – o dovrebbe – avere. Questo serve, ovviamente, per assicurarsi che la carta non sia stata rubata, e che ad avere accesso al denaro sia l’effettivo proprietario.

In precedenza, per la verifica al momento della conclusione del pagamento, l’utente riceveva un SMS con un codice da inserire sul sito ecommerce. Ma ultimamente la procedura di controllo e verifica dell’identità è cambiata; è necessario utilizzare il codice PosteID. Quindi, è necessario installare sul proprio smartphone l’app relativa.

Questo di per sé non è un grande problema, a meno che non ci sia qualche ostacolo. Per esempio, se il proprio cellulare è un po’ vecchio, o troppo pieno, potrebbe non supportare l’installazione della app.

Qualche disagio ci può essere anche per chi no si destreggia con la tecnologia, come per esempio le persone anziane. Magari hanno appena imparato a usare la Postepay, ma arrivare a scaricare una app e creare un account è oltre le loro conoscenze!

Meglio quindi chiedere l’aiuto di qualche parente esperto. Perché senza app non potrai più fare acquisti online con la tua Postepay!

Acquisti online sicuri

Come detto, la motivazione per questa modifica nel processo di verifica è quello di aumentare la sicurezza. Purtroppo i tentativi di truffa e di hackeraggio sul web continuano; per questo chi tratta carte di pagamento utilizza metodi di controllo sempre più evoluti.

Fino a pachi anni fa, bastava inserire nome e cognome dell’intestatario della carta, i numeri di riconoscimento e il codice CVV. Ma oggi sono aumentati i passaggi da fare, inserendo altri numeri a scadenza (usati una volta, non sono più validi) che solo il titolare deve conoscere.

Per questo, cercate di non passare mai i vostri codici ad altre persone. Se volete fare un faavore a un amico facendo un acquisto per lui sul web, fatelo voi direttamente senza fornire le credenziali. Sicuramente lui è una persona fidata, ma senza volere potrebbe fare qualche errore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.