Attenzione a Paypal: ecco come possono rubare tutti i tuoi soldi

Fare attenzione a Paypal può essere davvero molto importante. Come molti sanno il servizio è uno dei metodi di pagamento più utilizzati di recente, ma può nascondere alcune insidie e rischi. Se non si fa attenzione, possono rubare tutti i tuoi soldi dal conto senza che tu te ne accorga.

In questo articolo spiegheremo quali sono le truffe più comuni e i rischi più alti nell’utilizzo di Paypal e cosa poter fare per evitare di incorrere in spiacevoli inconvenienti. Non tutti sanno che può essere molto facile rubare soldi attraverso Paypal se l’utente non mette la massima attenzione nella gestione di alcuni passaggi. Scopriamo insieme quali.

Attenzione a Paypal: come possono rubare tutti i tuoi soldi col Phishing

Esistono due metodi principali per provare a rubare tutti i tuoi soldi su Paypal. Il primo è rappresentato dalle mail fraudolente (tentativo di phishing, ndr). Può accadere di ricevere nella propria posta email che hanno “Paypal” come intestazione, ma che non arrivano direttamente dal servizio ufficiale Paypal. Queste email sono spesso associate a queste tematiche: problemi con l’account, offerte promozionali, regali, vincite o eredità inaspettate.

Attraverso queste email si viene invitati a cliccare su link fraudolenti che possono condurre a pagine in cui saremo invitati a fornire dati personali, o che installano file sul nostro pc che consentono a malintenzionati di scoprire questi dati da soli. È fondamentale non aprire queste email, verificarne l’utente, eventualmente segnalarne la pericolosità all’indirizzo spoof@paypal.com. Questo tipo di truffe sono spesso le più pericolose, perché per i malintenzionati entrati in possesso dei dati di accesso a Paypal, è fin troppo facile inviare i vostri soldi con una semplice transazione tra amici al proprio conto.

Come possono rubare i tuoi soldi con le transazioni

Il secondo pericolo si annida all’interno delle transazioni monetarie legittime effettuate su Paypal. E sarebbe a dire sul fondamento del servizio fornito. Ci sono tanti metodi per generare delle truffe attraverso Paypal, e spesso si basano sulla volontà dell’acquirente di un bene di fidarsi di una indicazione insolita del fornitore.

Se sei un venditore e ricevi un pagamento da un account hackerato, Paypal ritirerà i soldi dal tuo conto. Le transazioni di beni e merci pagate attraverso la metodologia “parenti e amici”, nata per i piccoli pagamenti tra queste persone, non sono protette dai programmi di protezione di Paypal.

Pagamenti in eccesso o in sospeso sono spesso sinonimo di truffa. Nel primo caso il truffatore chiede la restituzione su un conto esterno, e poi contesta la transazione originale sulla piattaforma. Nel secondo caso l’acquirente di un bene può sparire senza mai effettuare il pagamento.

Paypal: cosa fare per evitare le truffe

I vademecum per la sicurezza dei dati personali su internet valgono anche in questo caso, così come quelli per le transizioni economiche. Per Paypal poi è bene aderire ai programmi di protezione rispettivamente dedicati ad acquirenti e venditori.

Nel caso delle mail sospette è bene diffidare dei link in posta elettronica e non usarli mai per effettuare l’accesso al proprio account. Bisogna controllare l’indirizzo email del mittente e ignorare quelle che si rivolgono a noi utenti senza nome e cognome forniti nella propria registrazione.

Per le transazioni invece è necessario non inviare denaro al di fuori di PayPal per transazioni effettuate sulla piattaforma ed utilizzare sempre il proprio metodo di pagamento e di spedizione. È bene trattare solo con venditori ed acquirenti verificati, e bloccare eventuali smistamenti ad indirizzi diversi.

conto paypal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.