PostePay clonata, ecco cosa devi fare subito: “attenzione”

Se hai il sospetto di avere la tua Postepay clonata, ci sono alcune operazioni da mettere in pratica subito. La clonazione di una carta di credito/debito, anche se prepagata, è un reato pericoloso che ti può mettere anche in guai più grossi della perdita del denaro che potresti subire. La carta va subito bloccata e la clonazione va denunciata alle autorità.

Purtroppo si tratta di una delle situazione peggiori in cui ci si possa trovare dal punto di vista dell’utilizzo delle proprie risorse economiche. Ma questo non deve scoraggiarti: è possibile ottenere un rimborso se ci si muove rapidamente e facendo le cose giuste nel modo giusto. Se sei in cerca di alcuni consigli per muoverti dopo la clonazione della tua Postepay, o per evitarla, questo articolo ti aiuterà.

Postepay clonata: cosa fare subito

I primi passi da fare se ti accorgi che la tua Postepay è stata clonata sono quelli che servono a bloccare la carta. E quindi chiamare il prima possibile il numero 800.00.33.22 (dall’Italia): è in funzione h24 e in pochi passi ti consentirà di bloccare le operazioni dalla tua carta. Dovrebbe essere possibile bloccare la carta anche dall’App di gestione della Postepay per Smartphone.

È poi fondamentale recarsi presso la locale stazione dei Carabinieri per sporgere denuncia. Il documento servirà sia a dimostrare la conoscenza del reato sia ad avere la documentazione in regola in seguito.

E ci riferiamo al necessario disconoscimento delle operazioni non effettuate da presentare all’ufficio postale di riferimento.

Soltanto in seguito sarà possibile provare a chiedere il rimborso delle somme perdute. A tale richiesta Poste Italiane dovrà rispondere entro 60 giorni.

Di fronte ad una risposta negativa generica (si è svolto tutto senza anomalie, ndr) si dovrà poi chiedere il dettaglio delle operazioni. Questo servirà a valutare se vi sia stata omissione dei necessari controlli per far valere i propri diritti di fronte all’Arbitro Bancario finanziario.

Postepay clonata: cosa fare per evitarlo

Ovviamente prevenire la clonazione è il metodo più efficace per evitare di incorrere in danni del genere. È importante mettere in pratica dei piccoli accorgimenti e mantenere certe abitudini per ridurre al minimo il rischio.

Tra queste le più importanti sono: non concedere il PIN a nessuno, per alcun motivo. Non comunicarlo mai attraverso telefono, nemmeno utilizzando il tastierino, oppure con comunicazioni informatiche come Mail e Chat.

Utilizzare responsabilmente gli sportelli ATM: controllare che non vi siano manomissioni, sia nel lettore che nell’intera struttura. Coprire la digitazione del PIN sia davanti agli sportelli che al POS nei negozi comuni.

Attivare il servizio di notifica delle operazioni via SMS e l’autenticazione a due fattori. Sono due sistemi di sicurezza a volte sottovalutati che però consentono di monitorare costantemente le operazioni effettuate con la propria carta.

Fare molta attenzione agli acquisti online: scegliere siti con sistemi di pagamento verificati come l’SSL (Secure Socket Layer) e il SET (Secure Electronic Transaction).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.