Attenzione quando acquisti con PayPal: ecco cosa può accadere

Come molti sanno Paypal è un servizio di pagamento attraverso moneta elettronica che prevede la possibilità di fare una serie di operazioni finanziare. Tra queste pagamenti, ricezione ed invio di denaro, e l’associazione di una carta – bancaria o Postepay – o di un conto corrente con i quali potrete effettuare pagamenti diretti.

È particolarmente utile per chi vende online o vogliono ricevere soldi online, evitando le commissioni dei bonifici: Paypal ha commissioni inferiori e tempi molto più rapidi. Se non sei sicuro di effettuare i tuoi acquisto con Paypal, in questo articolo ti spieghiamo cosa può accadere quando si fa questo tipo di operazione.

Cosa può accadere quando acquisti con Paypal

Paypal è un’app fondamentalmente sicura: si tratta di una sorta di arbitro tra l’acquirente e il venditore. Quando qualcosa non va bene, si hanno 180 giorni di tempo per aprire una contestazione e vedersi rimborsato il proprio denaro. Questo può accadere perché – come per tutte le altre vendite online – può accadere che l’oggetto descritto arrivi rotto, danneggiato o che arrivi un oggetto non conforme alla descrizione della vendita.

Utilizzare Paypal consente di avere questo “mediatore” del pagamento che verifica quanto accaduto e ci restituisce i soldi in tempi più rapidi. È molto importante però effettuare operazioni seguendo le politiche di Protezione degli Acquisti di Paypal.

Come acquistare con Paypal se il saldo non è sufficiente

Collegare al conto Paypal un conto bancario o una carta ricaricabile è fondamentale per fare acquisti in quei momenti in cui non è sufficiente il credito presente su Paypal per acquistare il bene che ci interessa. È necessario che non sia una carta virtuale e che l’associazione sia anche verificata. Deve essere una carta abilitata alla sicurezza online, altrimenti la transizione su Paypal sarà rifiutata come ogni altra online se non hanno questa abilitazione.

Se si è effettuata questa associazione, questi strumenti copriranno automaticamente la cifra “mancante” dalla somma necessaria dalla fonte di denaro associata. In realtà è possibile anche scegliere queste fonti di denaro come metodo di pagamento principale e primario, bypassando anche l’utilizzo del saldo Paypal. L’associazione consente di non effettuare bonifici/versamenti per aumentare il saldo Paypal.

acquisti con paypal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.