Agenzia delle Entrate, attenzione alle false mail: ecco i rischi

Agenzia delle Entrate è una delle vittime inconsapevoli più frequenti degli attacchi che gli hacker portano attraverso le false email. Capita spesso che nella casella di posta elettronica degli utenti compaiano email con intestazione “Agenzia delle Entrate” che si rivelano poi essere delle truffe e dei tentativi di phishing.

Il phishing, per chi non lo sapesse, è quella pratica criminosa che prevede l’estorsione fraudolenta di dati personali da utenti inconsapevoli. Questi sono portati a cliccare su link malevoli che conducono a moduli online molto simili a quelli delle Agenzie delle Entrate, o che installano software pericolosi per la sicurezza degli utenti. Agenzia delle Entrate ha istituito una sezione apposita nel proprio sito per il monitoraggio dei tentativi di Phishing.

I rischi delle false email delle Agenzie delle Entrate

Le email false delle Agenzie delle Entrate sono particolarmente rischiose perché gli utenti, temendo di essere in posizione debitoria o di dover “sanare” qualcosa che non va nel proprio profilo fiscale, spesso compiono gesti imprudenti che mettono a repentaglio la loro sicurezza e quella del loro denaro.

Come è sempre accaduto con le truffe, lì dove girano soldi, girano anche malintenzionati pronti ad approfittare dei più ingenui e disattenti. Basti pensare che da inizio 2022 sono già sei le campagne di false email segnalate dall’Agenzia nella sezione Segnalazioni e Approfondimenti del proprio sito.

L’utente viene attratto da una mail che ha come oggetto una delle competenze finanziare di Agenzia delle Entrate. Parliamo di rimborsi fiscali e incongruenze IVA, dichiarazioni dei redditi, imposte di bollo, sgravi sull’efficientamento energetico.

I rischi collegati all’apertura di queste email e alla pedissequa produzione dei comportamenti richiesti fraudolentemente sono connessi alla possibilità di mettere nelle mani di criminali sia dati personali sensibili che l’accesso alla propria posizione fiscale e ai propri pagamenti.

Come difendersi dalle false email

Conoscere gli strumenti informatici è basilare per difendersi dalle truffe online perpetrate proditoriamente sotto il nome dell’Agenzia delle Entrate. Bisogna verificare l’indirizzo mittente della mail, confrontare il dominio della mail con quello ufficiale dell’Agenzia. È bene non compiere mai le operazioni che si è invitati a svolgere.

È possibile contattare l’Agenzia per verificare se la comunicazione ricevuta è effettivamente partita dai loro uffici. Una volta che si è verificato che la comunicazione è fasulla, è bene segnalare la mail all’Agenzia e poi cestinare definitivamente il messaggio.

agenzia delle entrate rischi false mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.