Se trovi questa rara moneta italiana diventi ricco: ecco quale

Esiste una rara moneta italiana che può renderti ricco. Le vecchie Lire hanno spesso un valore numismatico – anche se più spesso le vecchie lire più comuni hanno solo valore affettivo, e poco o nullo valore economico. Questa di cui parliamo in questo articolo è soltanto una delle tante monete rare che potrebbero renderti ricco.

La 500 Lire d’argento con le caravelle, però, rappresenta davvero una piccola fortuna. Con la lira eliminata dalla circolazione è diventato sempre più complicato trovare esemplari del vecchio conio, ormai relegato agli appassionati e ai collezionisti. Esemplari specifici delle 500 Lire con le caravelle possono valere davvero molto. Scopri insieme a noi in questo articolo quanto può valere questa rara moneta italiana.

Come individuare la rara moneta italiana: 500 Lire con le Caravelle

La 500 lire d’argento con le caravelle è una moneta coniata a partire dal 1958 e circolante fino al 2001, quando poi è arrivato l’Euro a subentrare alla Lira. Nell’ultimo periodo della Lira, il taglio da 500 venne coniato in doppio metallo, dorato al centro e argentato nel cerchio esterno. Queste di cui parliamo sono le 500 lire interamente in argento 835%, pesano 11 grammi e hanno un diametro di 29.5 millimetri.

Il disegno delle tre caravelle è sul rovescio della moneta. Le navi sono in navigazione verso destra, apparentemente col vento alle spalle visto lo stato delle vele. Attorno alla figura la scritta REPVBBLICA ITALIANA e in basso il valore della moneta (L. 500) e il simbolo della Zecca. Sul dritto vi è invece ritratto il busto della moglie dell’autore Gianpaoli rivolto a sinistra e attorniato da 21 stemmi di altrettante città italiane.

500 Lire con le Caravelle: il valore

Gli esemplari più comuni di questa moneta hanno un valore che va da un minimo di 8€ ad un massimo di 60€ a seconda dell’anno di emissione e della loro conservazione. Nei primi anni di produzione, dal 1958 al 1960, furono prodotte moltissime di queste monete.

Per le monete con questa fattura prodotte dal 1968, si considerano di valore soltanto gli esemplari in stato di conservazione Fior di Conio. Esiste però una rara moneta italiana tra queste 500 Lire d’Argento che ha un valore davvero eccezionale.

Si tratta della versione di PROVA del 1957, che ha una tiratura di soli 2.200 esemplari. Porta la dicitura “prova” sul rovescio, al di sotto delle navi, e può valere da 5.000 per la conservazione BB fino a 12.000 Euro per il FdC e a 15.000 Euro per le sue versioni più rare.

Questo particolare esemplare di 500 Lire d’Argento viene chiamata anche “Bandiere Controvento” perché le bandierine in cima agli alberi delle navi sembrano andare in direzione opposta rispetto al vento che gonfia le vele!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.