Cosa fare se ho la carta smagnetizzata: ecco la risposta, attenzione

La moneta elettronica è entrata gradualmente ma in maniera molto importante nelle vite dei cittadini italiani ed europei sopratutto nell’ultimo decennio: ciò è dovuto alla massiccia opera di digitalizzazione che ha contraddistinto questi ultimi anni, opera che ha “abituato” la maggior parte della popolazione ad utilizzare maggiormente carte, bancomat ma anche i bonifici.

Strumenti come Postepay, una delle principali carte prepagate, e gli smartphone, che hanno contribuito all’idea del denaro “digitale”, hanno pian piano sdoganato l’idea ancora un po’ difficile da accettare dell’abbandono del contante, concetto che sembra comunque ancora molto lontano.

Carte e bancomat

Spesso il termine bancomat viene utilizzato in maniera impropria, per definire genralmente qualsiasi operazione effettuabile con una forma di tessera magnetica, principalmente prelievo e pagamenti sia “in loco”, che online.

Questi strumenti economici sono oramai preferiti sia dai governi europei che dalle rispettive banche centrali in quanto sempre traccabili (e quindi “riconoscibili” da ogni punto di vista, come quello fiscale), molto più graditi rispetto al contante che invece per stessa natura è molto più “anonimo” in tal senso.

Cosa fare se ho la carta smagnetizzata: ecco la risposta, attenzione

Uno dei principali problemi che può pregiudicare l’integrità della nostra carta è causato dalla vicinanza con i magneti, che provocano in maniera pressochè immediata la smagnetizzazione, compromettendo l’utilizzo della tessera. Nella banda magnetica sono presenti i dati personali e il chip permette la comunicazione dei dati e quindi anche le transazioni attraverso ii POS più moderni.

La carta smagnetizzata può essere causata anche da un errato posizionamento nel portafogli, ad esempio se viene soggetta a pressioni eccessive e fonti di calore per lunghi periodi di tempo.

Se la carta non funziona, la soluzione può ovvia ed efficace è quella di contattare la nostra banca per farla sostituire, operazione che solitamente non è gratis. Tuttavia con una gomma da cancellare possiamo provare a ripristinarne le funzioni, facendola scorrere sulla banda magnetica: in alcuni casi questa operazione riesce nell’intento.

carta smagnetizzata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.