Bollo Auto 2021: ecco le regioni dove non si pagherà

0
823

Il bollo auto 2021 è una delle tasse più al centro dell’attenzione degli italiani. Inizia a spargersi la voce che in alcune regioni non si pagherà, e questo è vero, ma la bella novità è limitata soltanto ad alcune categorie di veicoli. L’anno scorso la scadenza del bollo auto venne rinviata di alcuni mesi per la crisi dovuta alla gestione della pandemia da coronavirus: il lockdown di marzo impedì a molti di recarsi agli sportelli, e chiuse molti di questi ultimi. C’è poi una sentenza della cassazione che sta traendo molti in inganno: scopriamo tutto quello che riguarda il bollo auto 2021 in questo articolo, e le regioni dove non si pagherà.

Bollo Auto 2021: ecco le regioni dove non si pagherà

Il bollo auto 2021 non si pagherà in alcune regioni, ma limitatamente per una determinata categoria di veicoli: parliamo delle auto elettriche. Se hai comprato un auto elettrica negli scorsi mesi, è molto probabile che non dovrai pagare il bollo auto 2021. Questo perché l’esenzione dal bollo era tra gli incentivi diretti all’acquisto di auto elettriche, sia per rivitalizzare il mercato automobilistico, che per facilitare il passaggio dall’alimentazione a benzina a quella con l’elettricità. Purtroppo la crisi economica dovuta alla gestione della pandemia di Covid-19 ha frenato il mercato, e le auto elettriche vendute sono meno del previsto. Ciò, nonostante, se hai acquistato un’auto elettrica, potresti non pagare il bollo auto 2021. Piemonte, Toscana, Marche e Friuli Venezia Giulia hanno eliminato il bollo auto per i veicoli 100% elettrici, e i possessori non pagheranno il bollo auto per i prossimi cinque anni. In Lombardia l’esenzione dal bollo è valida fino al 2022, mentre fino al 2023 in Lazio e Campania (parliamo sempre di auto 100% elettriche). In Emilia Romagna l’esenzione dal bollo auto è valida per 3 anni per le auto ibride, e 5 anni per le 100% elettriche; in Veneto invece esenzione per tre anni per i veicoli elettrici 100% e bi-fuel con gas ed idrogeno.

La sentenza della Cassazione cui facciamo riferimento riguarda l’annullamento di un mini-debito risalente al 2005 e derivato dal mancato pagamento del bollo auto. In questo caso però la Cassazione non ha annullato il solo bollo auto, ma ha bensì richiamato un’altra legge che annulla i debiti dei contribuenti con il fisco se inferiori ai mille euro, inclusi interessi e sanzioni accessorie, tra il 2000 e il 2020. Non si tratta quindi di un annullamento del bollo auto, ma dell’azzeramento dei mini-debiti verso il fisco causato da un’altra legge successiva. Restano ovviamente le esenzioni per i beneficiari della legge 104 per l’invalidità.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here