Bonus Internet e pc, fino a 500 euro per famiglia, i requisiti per ottenerlo

0
155
bonus 500 pc

Nei mesi di lockdown a causa dell’emergenza Covid-19 si è evidenziato ancora di più quanto sia importante avere una connessione a internet e dei dispositivi per poter navigare, molte persone, purtroppo, si sono trovate a dover affrontare lo smartworking e la didattica a distanza senza avere a disposizione i mezzi necessari e improvvisandosi all’ultimo momento.

Attualmente, sono molte le incertezze sul rientro a lavoro e a scuola nella normalità, per questo motivo l’UE ha deciso di dare via libera al Bonus Internet e PC, previsto dal governo italiano con un investimento di 200 milioni di euro per permettere le famiglie ad acquistare servizi internet a banda ultralarga e dispositivi elettronici per navigare.

Come funziona il bonus 500 euro PC

Sarà il governo a indicare dettagliatamente le modalità e le tempistiche di erogazione dell’incentivo, ma nel complesso il bonus PC può arrivare a 500 euro e sarà utilizzabile per acquistare servizi di connessione a internet e dispositivi elettronici per navigare come computer e tablet.

Molto probabilmente, agli inizi di settembre, molti operatori di telecomunicazioni lanceranno offerte dedicate che potranno essere acquistate utilizzando l’incentivo, anche se per ora, non si conoscono tutti i dettagli del bonus.

Le prime indicazioni fanno intende che il bonus di 500 euro potrà essere speso per un massimo di 200 euro per i servizi di banda ultralarga e massimo 300 euro per acquistare le apparecchiature che servono per poter navigare in rete.

Chi può fare richiesta del bonus 500 pc?

Ovviamente, per evitare che i fondi destinati a questo incentivo terminino rapidamente e non raggiungono le persone che ne hanno davvero bisogno, sono stati imposti dei limiti e dei requisiti ben precisi per fare richiesta.

Il bonus internet e pc 500 euro è dedicato alle famiglie a basso reddito o che comunque non hanno un ISEE superiore a 20.000 euro, mentre si prevedono comunque 200 euro per l’acquisto di servizi di connettività ad almeno 30 Mbps per chi invece ha un ISEE superiore a 20.000 euro.

La proposta del governo italiano ha avuto via libera dall’UE, la commissione Margrethe Vestager ha dichiarato: “il regime di voucher per 200 milioni di euro aiuterà le famiglie a basso reddito in Italia a fruire dell’accesso ai servizi internet a banda larga ad alta velocità”.

Parole che trovano riscontro nella realtà. Secondo alcuni dati raccolti da Agcom, durante i mesi di lockdown, circa il 12,7% degli studenti italiani non ha potuto partecipare alla didattica a distanza in quanto sprovvisti di strumenti elettronici e connessioni ad internet adeguate.

Il bonus 500 euro PC e internet vuole aiutare proprio queste famiglie in difficoltà economica ad avere la possibilità di lavorare e studiare da casa nel caso in cui ce ne fosse nuovamente bisogno. Gli esperti e il governo temono una seconda ondata del virus, per cui si è deciso di prendere tutte le precauzioni del caso e non farsi trovare impreparati per un eventuale nuova emergenza.

Nei prossimi mesi, il governo sarà impegnato a lavorare sullo sviluppo tecnologico e della banda ultralarga in tutto il paese, con lo scopo di colmare le distanze ancora molto evidenti delle varie zone del territorio sul fronte della digitalizzazione e della connettività ultraveloce.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here