Bonus pubblicità: scarica il nuovo modello

0
78

Imprese, autonomi ed enti non commerciali possono avere inventivi per quanto riguarda gli investimenti pubblicitari. Alla luce del Decreto Rilancio e per il solo anno 2020, le aziende possono usufruire del cosiddetto Bonus Pubblicità.

Bonus pubblicità: scarica il nuovo modello

E’ disponibile online il modello per richiedere il bonus pubblicità 2020. Resta fermo il riconoscimento del beneficio nei limiti del regime “de minimis” e continuano ad applicarsi, per i profili senza deroga, le norme del regolamento di cui al Dpcm n. 90/2018.

Il modello e le relative istruzioni per la compilazione e la presentazioni sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Per comodità riportiamo di seguito il link per poterli scaricare.

Bonus Pubblicità 2020: Scarica le istruzioni
Bonus Pubblicità 2020: Scarica il modello

Nel riquadro va indicato il codice fiscale del soggetto che intende beneficiare del credito d’imposta.
Nella casella “Dimensione/tipologia” va indicato uno dei seguenti codici:
1 – Microimprese
2 – Piccole imprese
3 – Medie imprese
4 – Start-up innovative
5 – Soggetto che non rientra nelle tipologie precedenti

Consigliamo comunque di leggere il documento con tutte le istruzioni necessarie alla corretta compilazione della domanda.

Scadenza domande Bonus Pubblicità 2020

Per l’invio delle domande che danno diritto al credito il modello di comunicazione va presentato dal 1 al 30 settembre 2020. Le comunicazioni già presentate a marzo scorso restano valide ed il relativo credito d’imposta richiesto, verrà determinato con i nuovi criteri di calcolo. Si può comunque ripresentare una nuova comunicazione per sostituire quella precedente, eventualmente già presentata a marzo, se questo risulterebbe più conveniente per il beneficiario.

Il bonus pubblicità 2020 è concesso nei seguenti limiti:

  • 40 milioni di euro per investimenti sui giornali quotidiani e periodici, anche online,
  • 20 milioni di euro per investimenti sulle emittenti televisive e radiofoniche locali e nazionali, analogiche o digitali, non partecipate dallo Stato.

Il credito d’imposta sarà riconosciuto con provvedimento del dipartimento per l’Informazione e l’Editoria ed utilizzabile in compensazione dal quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione online sul sito ufficiale, tramite modello F24 (esclusivamente tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate) con codice tributo “6900”.

La comunicazione per l’accesso al credito d’imposta è presentata dal 1° al 31 marzo di ciascun anno. La dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati è presentata dal 1° al 31 gennaio dell’anno successivo. Per l’anno 2020, la comunicazione per l’accesso al credito d’imposta è presentata dal 1° al 30 settembre 2020. Le comunicazioni trasmesse nel periodo compreso tra il 1° ed il 31 marzo 2020 restano comunque valide e il relativo credito d’imposta richiesto, determinato a marzo con i criteri di calcolo allora previsti, sarà rideterminato con i nuovi criteri previsti per l’anno 2020.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here