Borsa di Milano: la giornata di oggi 29 Settembre

0
225

La seduta odierna è stata di quelle che non fanno emozionare, né in positivo né in negativo. In realtà gli indici sono saliti al positivo ma manca la convinzione. La salita degli indici infatti non è stata sostenuta da un reale incremento dei volumi.

Cautela is the new black

La parola d’ordine sembra essere “cautela”: il nuovo trend di questo fine mese. Ieri c’è stato uno strappo al rialzo ma gli aumenti di contati nel mondo per il Covid-19, tiene tutti sul filo del rasoio.

Non dimentichiamoci poi che negli USA stanotte, ora italiana, ci sarà il primo confronto tra il presidente uscente Donald Trump e Joe Biden, il candidato democratico.

Analisi di alcuni titoli di riferimento

Mediobanca cede lo 0,65%, Unicredit e Intesa Sanpaolo rispettivamente in salita dello 0,45% e in calo dello 0,2%. Banco Bpm (+0,22%), mentre Banca Mps è ferma.

Cresce in maniera netta Atlantia con il titolo che balza del 2,4% dopo il calo di ieri. Calo dovuto alla necessità di una riunione del Cda per discutere la risposta da dare all’ultimatum del governo sulla vicenda di Autostrade per l’Italia.

Ci sono ancora 24 ore per Atlantia per trovare un accordo sulla separazione da Aspi, altrimenti è pronto alla revoca della concessione. La Borsa sembra fiduciosa.

Saipem in calo del 2,6% circa, ma è un calo che segue il balzo di oltre il 6% di ieri. Il ribasso del prezzo del Brent intorno a 42 dollari al barile influenza anche l’andamento di Eni (-0,7%) e Tenaris (-1,3%).

Prevale la lettera sul settore industriale con in testa Leonardo e Pirelli in flessione fra l’1,4% e l’1%. Piuttosto bene Stm in crescita dell’1,2% dopo il balzo del Nasdaq ieri.

Molto in forma anche le prestazioni delle utility un po’ trascurate di recente con A2a in salita del 2,3%, Snam dell’1,4%.

Davvero molto buoni i risultati del settore editoriale che rilascia risultati importanti: la Società editoriale Il Fatto è cresciuta del 10% dopo i risultati semestrali visti ieri che evidenziano un utile netto e un aumento dei ricavi.

Il Sole-24 ore riesce a fare un poco meglio: +10.7%. Il titolo RCS guadagna l’1.6% anche per merito delle dichiarazioni di Urbano Cairo in merito alla crescita della pubblicità su LA7.

Il broker Equita ha dichiarato a questo proposito:

“Le indicazioni emerse dall’intervista sembrerebbero confermare le nostre stime sul 2020 del gruppo, che prevedono una crescita del risultato nel secondo semestre superiore a quello del 2019 anche grazie al Giro d’Italia che si terrà ad ottobre”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here