Carte prepagate: come funzionano? Convengono davvero?

0
125
carte prepagate

Negli ultimi anni le carte prepagate hanno ottenuto molto successo, al punto che sono sempre di più le persone che optano per questo strumento di pagamento invece del classico conto corrente con bancomat e carta di credito, ma è davvero conveniente?

Se stai pensando di aprire una carta prepagata per sostituire il tuo conto corrente, oppure, come metodo alternativo per effettuare pagamenti online, dovrai sapere alcune cose in modo da essere sicuro di aver preso la giusta decisione.

Cos’è una carta prepagata?

La carta prepagata è una carta per effettuare i pagamenti elettronici, solitamente è composta da un numero di 16 cifre come la carta di credito e, generalmente è emessa dai circuiti VISA o Mastercard, ma ci sono anche alcune carte che a livello mondiale appartenenti ad altri circuiti.

La prepagata non ha un conto corrente collegato, ma ha un deposito, solitamente soggetto a delle limitazioni sui massimali, dal quale si attinge ogni volta che si paga con la carta.

Per quanto riguarda i pagamenti, la carta è identica a quella di credito ma con la differenza che il denaro viene ricaricato in precedenza sulla carta, mentre la carta di credito, usa il credito del conto corrente collegato alla carta stessa.

Quindi, con la carta prepagata, viene caricato del denaro che si ha subito a disposizione per fare acquisti nei negozi, online o per effettuare prelievi presso gli ATM.

Costi carta prepagata

La maggior parte delle carte prepagate sono molto economiche, raramente vengono richiesti dei canoni mensili o annuali di utilizzo, ma tra le eccezioni ci sono la Postepay Evolution (12 euro all’anno) e la Superflash di IntesaSanpolo (9,90 euro dopo i 26 anni).

Solitamente bisogna tener conto delle piccole spese per effettuare la ricarica che sono di 1-2 euro e per ritirare il denaro, in quest’ultimo caso si va da 1 euro fino a un massimo di 1,80 euro circa.

È evidente che si tratta di un prodotto economico, pensato per chi non vuole sostenere i costi di una carta di credito e di un conto corrente, entrambi molto costosi. Per questo motivo, le carte prepagate sono ideali per chiunque, anche per i giovani e per gli studenti.

Circuiti a disposizione

Le carte prepagate vengono emesse o sul circuito VISA o su quello Mastercard, questo comporta un vantaggio, poiché sono i due circuiti più famosi e accettati in tutto il mondo.

Questo vuol dire che con una carta prepagata appartenente a uno di questi due circuiti è possibile fare acquisti in tutte le attività commerciali in Italia e all’estero e ritirare anche in qualunque ATM.

Carte prepagate con IBAN

Le carte prepagate con IBAN permettono di usufruire di qualche funzione in più, rendendole più simili a dei veri e propri conti corrente. Infatti, su questa tipologia di carte è presente l’IBAN che permette di ricevere bonifici, di far accreditare lo stipendio o la pensione e domiciliare le utenze.

Ovviamente, con la carta prepagata con IBAN è possibile anche inviare bonifici ed effettuare il pagamento di bollettini, F24 e MAV.

Usare le carte prepagate allo sportello bancomat

È possibile utilizzare una carta prepagata per fare un prelievo allo sportello bancomat? Questa è una delle domande che le persone si pongono più frequentemente prima di aprire una carta prepagata, ebbene, la risposta è sì.

Tutte le carte prepagate commercializzate in Italia permettono di operare su qualsiasi ATM presente sul territorio nazionale, a volte con costi aggiuntivi, altre volte, gratuitamente.

È senza dubbio uno dei maggiori vantaggi di questo strumento di pagamento, inoltre, spesso è possibile ritirare denaro anche nei bancomat all’estero e nei paesi che non appartengono al circuito SEPA.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here