Gestire i risparmi nel 2021: ecco cosa dovrai fare

0
390

L’anno che ci stiamo lasciando alle spalle ci ha insegnato come nessuno prima l’importanza di gestire in maniera oculata i risparmi. In vista dell’inizio di quello nuovo, è molto utile passare in rassegna qualche consiglio pratico. Se stai cercando qualche consiglio per gestire i risparmi nel 2021, non ti resta che proseguire nella lettura di questo articolo.

Non lasciare i soldi sul conto

Anche nel 2021, vale un consiglio che viene ripetuto da anni a chi vuole gestire in maniera intelligente i propri risparmi. Di cosa stiamo parlando? Del fatto di non lasciare i soldi sul conto.

Questa scelta è poco vantaggioso per diversi motivi. Prima di tutto, è il caso di ricordare che viene applicato il bollo. Da non dimenticare è poi il fatto che, dall’anno prossimo, in caso di giacenze consistenti viene applicato un tasso negativo.

Valuta il conto di risarmio

Proseguendo con l’elenco delle alternative da considerare quando si punta a gestire al meglio i propri soldi nel 2021, un doveroso cenno deve essere dedicato al conto di risparmio.

Questo strumento presenta diversi pro indiscussi rispetto al conto corrente tradizionale. Innanzitutto, va considerato il basso rischio (che corrisponde a un interesse altrettanto contenuto, ma che può andare bene se si è alle primissime armi nel proprio percorso da investitori).

Tieni d’occhio i trend mondiali del momento

Quando si parla di come gestire i risparmi nel 2021, è impossibile non fare un veloce riferimento all’importanza di tenere d’occhio i trend mondiali. Tra questi, per quanto riguarda il 2021, è possibile indubbiamente includere la sostenibilità – l’emergenza sanitaria ha cambiato tantissimo il nostro modo di approcciarci all’ambiente – ma anche l’intelligenza artificiale.

Una volta che si hanno le idee chiare in merito, si può procedere a investire sulle azioni delle società che operano nei vari settori. Piuttosto che comprarle concretamente, è consigliabile optare per i CFD (Contracts for Difference).

Questi strumenti derivati consentono di speculare sull’andamento dell’asset senza bisogno di acquistarlo. Nei casi in cui si prospetta un aumento del valore, si deve aprire la posizione long o di acquisto. Nell’eventualità contraria, invece, bisogna aprire la posizione short o di vendita. Se si azzecca l’andamento, si riesce a guadagnare.

Concludiamo facendo presente che bisogna utilizzare broker autorizzati dalla CONSOB e in possesso di licenza CySEC. In questo modo, si evitano problemi relativi al furto di dati e di soldi. Facciamo infine presente che è possibile ricorrere anche al Copy Trading, replicando automaticamente le operazioni di trader che hanno avuto successo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here