I mazzi di carte più preziosi di sempre

0
610

I giochi di carte hanno da tempo immemore attirato l’attenzione di un’ampia platea di cultori di questo genere di intrattenimenti sia che si tratti dei classici del tavolo verde con le carte francesi, dei giochi tradizionali con le napoletane o dei giochi con le carte collezionabili come Magic, i Pokémon o Yu-Gi-Ho. Esiste anche un numero abbastanza ampio di collezionisti che dedica tempo e svariati quattrini per implementare collezioni di carte e mazzi seguendo a volte alcune linee guida nella selezione dei pezzi da aggiungere alla propria collezione.

Anche se la smazzata tra amici sta cadendo in disuso soprattutto perché le nuove generazioni preferiscono coltivare la loro passione per le carte ed il tavolo verde nei casinò digitali che tra roulette e slot machine freespin, sale da blackjack e Hold’em offrono un tipo di intrattenimento molto più vicino a quelle delle console, c’è ancora una nicchia di aficionados che investe cumuli di quattrini per aggiudicarsi i mazzi da gioco più rari e particolari.

Chi ad esempio smania per completare serie di carte collezionabili come le Magic arriva a sborsare oltre 20000 euro per aggiudicarsi il black lotus. Sulla stessa falsariga si consideri che il Pokemon illustrator può arrivare tranquillamente a sfiorare anche i 240000 euro. Altri amatori preferiscono concentrarsi sui mazzi da gioco antichi che a volte rappresentano autentiche opere d’arte degne di un museo come il caso delle carte a trasformazione di H.F. Müller, stampatore viennese che produsse dei prestigiosi mazzi diventati oggi rarissimi e venduti all’asta per svariate migliaia di euro. Stesso discorso anche per gli antichi mazzi tedeschi di forma ovale noti come Ovale Salon Spielkarten prodotti in edizione limitata da A. Twietmeyer nel 1880.

Gli amanti della tradizione italiana non mancano di ricercare pezzi antichi come i germini o minchiate fiorentine sviluppate dal XV secolo che ebbero autori prestigiosi come il pittore veneziano Andrea Mantegna. A tal proposito è interessante rivelare come nel 2009 il Ministero per i Beni e le Attività Culturali investì diverse migliaia di euro per portare alla Pinacoteca di Brera i Tarocchi Sola Busca, un prestigioso mazzo di carte per il gioco dei Trionfi, il più antico del mondo attualmente completo datato 1491 e probabilmente disegnate da un anonimo miniaturista veneziano della scuola pittorica di Carlo Crivelli e dal pittore anconetano Nicola di maestro Antonio.

Altri tarocchi più recenti come i Gypsy Hegenauer dell’800 da 32 carte possono arrivare fino a 10000 euro. Curiosamente le carte più costose del mondo sono di fattura più recente e riportano le immagini di alcuni celebri sportivi come quella di Mickey Mantle, esterno di baseball autentico mito di questo sport con un’intera carriera con la maglia dei New York Yankees a cavallo tra anni ’50 e ’60. Questa carta prodotta dalla statunitense Topps può superare la quotazione di 5 milioni di euro, qualcosa in più delle Mike Trout autografate prodotte dalla Bowman Chrome Draft Prospects. Questi rarissimi esemplari dedicati ad un altro fenomeno del diamante possono sfiorare infatti i 4 milioni di euro. Cambiando sport vale la pena citare le Giannis Antetokounmpo autografate. Queste carte prodotte dalla Panini National Treasures e dedicate al cestista greco dei Milwaukee Bucks arrivano a costare fino a 2 milioni di euro.

Tuttavia non proprio tutti riescono a permettersi certi lussi e preferiscono concentrarsi sui mazzi di carte francesi più recenti che tuttavia presentano alcune onerose eccezioni capaci di impreziosire notevolmente eventuali collezioni. Ad esempio le Venexiana Gold stampate nel 2014 possono valere 400 euro. Queste carte hanno la particolarità di essere impresse a caldo su lamine d’oro con disegni di Lotrek e sono state prodotte in 212 esemplari unici per un totale di 11024 carte. Le White Centurions disegnate dall’artista Chris Kenner e prodotte in soli 1100 esemplari possono valere fino a 300 euro mentre le Federal 52 arrivano fino ai 250 euro. Sulla stessa fascia di prezzo le Gold Monarchs, particolarmente eleganti e valutate intorno ai 150 euro. Le Vintage Black Deck Silver Nugget degli anni ’70 sono un mazzo rarissimo che può superare anche i 1000 euro di valutazione. Le Dunes Hotel del 1970 sono invece davvero introvabili e tra i mazzi non “storici” e lontani dal collezionismo sportivo, sono anche quelle che costano di più arrivando fino a 1300 euro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here