L’agricoltura potrebbe fare germogliare l’economia

0
72

Per fare germogliare l’economia nel mondo dell’agricoltura servono azioni politiche ben mirate nel corso del tempo. L’agricoltura è da sempre il settore trainante delle comunità rurali: quasi la totalità delle famiglie in campagna vive direttamente o indirettamente con i frutti della terra.

Questo non può esimerci dal considerare questo settore come prioritario nel piano di interventi del mandato amministrativo, in quanto valorizzazione di tale settore produrrà risultati positivi su tutta l’economia di un dato territorio.

Si necessità perciò di interventi mirati al rilancio e alla valorizzazione dell’agricoltura e all’incentivazione e agevolazione delle piccole aziende agricole. Ciò anche in considerazione delle numerose difficoltà – economiche, tecniche e burocratiche – a cui i piccoli agricoltori vanno quotidianamente incontro.

Ecco i punti fondamentali su cui si potrebbe intervenire

  • maggiore attenzione alle aziende che producono prodotti tipici.
  • realizzazione di uno sportello informativo che aiuti gli agricoltori nelle istruttorie burocratiche cui devono ottemperare e che li supporti tecnicamente, mediante l’apporto di tecnici, nello svolgimento delle loro attività e predisposizione di incontri periodici con le realtà produttive locali per raccoglierne le istanze e le problematiche in modo da avere un chiaro monitoraggio della situazione economica e produttiva del territorio;
  • ottenimento del marchio DE.CO che mira a promuovere prodotti di eccellenza locali;
  • maggiore cooperazione con il Consorzio spesso presente nelle zone rurali, per incentivare politiche agricole sostenibili e valorizzative dei prodotti creando un marketing territoriale mirato alla vendita degli stessi verso un nuovo mercato in Italia e all’estero;
  • promozione di corsi di formazione per agricoltori e cittadini aventi ad oggetto rischi e svantaggi del trattamento e utilizzo di prodotti fitosanitari, buone pratiche in agricoltura, sicurezza sul lavoro e smaltimento rifiuti prodotti da agricoltura;
  • promozione di eventi che valorizzano i prodotti tipici sia nei centri cittadini (attraverso la valorizzazione di storiche sagre dei contadini e delle attività produttive) ma anche nelle zone periferiche ed in particolare nelle aziende agricole;
  • inserimento delle aziende agricole nei percorsi turistici che il Comune offrirà ai turisti;
  • individuazione di spazi pubblici da mettere a disposizione delle aziende per la vendita periodica dei loro prodotti,
  • creazione di un canale telematico per la promozione e la pubblicizzazione delle aziende agricole e dei loro prodotti;
  • favorire la nascita di cooperative di servizi che metta a disposizione mezzi e risorse umane ai proprietari dei terreni che ne siano privi, ciò al fine di evitare lo stato di abbandono; favorire – per via delle caratteristiche geomorfologiche dei terreni – la coltivazione di frutti minori o piante officinali che potrebbero essere fonti di reddito o di lavoro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here