Truffa sulle bollette: attenzione, ecco cosa vi fanno

0
559

Truffa sulle bollette: come funziona? Se ti stai facendo domande in merito, l’articolo qui sotto fa per te e contiene sia informazioni sul raggiro, sia raccomandazioni su come difendersi.

Nuova truffa sulle bollette: come funziona?

Della truffa sulla bolletta che stiamo per descrivere si parla ormai da più di un anno. Come funziona il raggiro? I criminali che lo mettono in atto contattano le malcapitate vittime anche a ore serali, fingendosi addetti dell’Enel – quasi sempre viene utilizzato il nome di questo colosso dell’energia – e comunicando alla persona dall’altra parte del telefono che non è in regola con i pagamenti.

Subito dopo, mettono in primo piano la possibilità di sanare la propria posizione economica comunicando gli estremi del conto corrente. Come si può leggere su diverse fonti online, numerose vittime hanno tentato di interrompere la telefonata, invitando il truffatore a chiamare il giorno dopo (anche solo per il fatto che la chiamata era arrivata in ore serali mentre erano a tavola con la famiglia).

A quanto pare, i criminali che perpetrano questa truffa sulla bolletta sono estremamente insistenti e, davanti a risposte come quella sopra ricordata, minacciano facendo presente alla vittima che, in caso di mancata regolarizzazione sul momento della posizione economica, il rischio è quello di vedersi, a breve, staccare la corrente.

Succede così che le persone contattate, quasi sempre anziani soli, forniscono i dati richiesti e, dopo poco, si trovano davanti all’amara sorpresa: il conto fortemente alleggerito. A questo punto, viene da chiedersi come difendersi. Scopriamolo assieme nel prossimo paragrafo.

Come proteggersi

Come difendersi e, soprattutto, come proteggere i propri cari da questa truffa? La prima cosa da fare è ricordare ai propri parenti anziani che le compagnie che distribuiscono energia non chiedono mai dati sensibili per telefono.

Inoltre, in caso di insolvenza non contattano mai per telefono ma inviano un sollecito pagamento via posta. Un altro aspetto che deve portare a insospettirsi è l’orario delle telefonate: qualsiasi contatto da parte di aziende attive nel mondo luce-gas non avviene mai in orari serali (generalmente, gli addetti del call center lavorano fino alle 18.00/18.30).

Nel caso in cui una persona cara dovesse finire vittima di questa truffa, è opportuno allertare tempestivamente la polizia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here