Vecchi gioielli: ecco quanto potresti guadagnare

0
910

Trovare vecchi gioielli in fondo al cassetto della credenza della nonna: quante persone hanno vissuto almeno una volta la situazione appena descritta? Tantissime! Se ti riconosci in queste parole, senza dubbio ti starai chiedendo quanto si può guadagnare da questi preziosi. Nelle prossime righe, puoi trovare qualche informazione in merito.

L’importanza del valore estrinseco

Premettiamo un concetto molto importante: non è possibile dare una risposta univoca. Tutto dipende da fattori molto diversi tra loro. Oltre al valore intrinseco, dato dal peso del metallo prezioso, bisogna considerare anche quello estrinseco, ossia la firma. Un gioiello legato a una determinata maison vale molto di più rispetto a uno non firmato.

Online si possono trovare diverse alternative a cui fare riferimento. Giusto per fare un esempio, ricordiamo il caso di anelli vintage firmati, che possono essere acquistati a cifre minime attorno ai 400 euro.

Altri fattori

Si potrebbe andare avanti ancora molto a parlare dei fattori che permettono di rispondere alla domanda “Quanto si può guadagnare dai gioielli antichi?”. 

Nel momento in cui si portano i propri preziosi presso un compro oro, è bene sapere che, se il commerciante sa fare bene il suo lavoro, considera aspetti come la rivendibilità. In alcuni casi, davanti a un determinato pezzo può addirittura rifiutare l’acquisto.

Nei casi in cui accetta, tiene conto, ai fini della definizione del prezzo, dei dettagli stilistici. Chiaro è che un gioiello con uno stile che in un determinato momento va di moda varrà di più rispetto a uno che, invece, ha caratteristiche non molto apprezzate dal mercato.

Ci sono periodi che, al netto del tempo che passa, rimangono di grande interesse quando si parla di gioielli di valore. Tra questi è possibile citare la Belle Epoque, ma anche il periodo vittoriano, che va dal 1837 al 1901.

Tornando un attimo alle peculiarità materiali vere e proprie, è bene fare presente che il valore del gioiello dipende dal peso dell’oro. Una volta che si ha in mano questo dato, bisogna considerare anche i carati.

Concludiamo sottolineando che, in merito alla quotazione dell’oro, al netto della caratura può avere un’influenza anche il valore del dollaro, con il quale il metallo prezioso più famoso del mondo ha un rapporto di proporzionalità inversa.

Ogni giorno sul nostro sito trovi molte informazioni proprio sull’oro. E’ risaputo infatti che tantissime persone siano sempre alla ricerca della miglior quotazione per riuscire a fare qualche euro in più durante la vendita dell’oro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here