Vecchie Lire da oltre 10 mila euro: CLASSIFICA

0
1125

Le vecchie lire non ci permettono più da tempo di fare acquisti concreti. Nonostante questo, è molto importante controllare i pezzi che si hanno ancora, dal momento che possono valere tantissimo. In alcuni casi, si parla addirittura di vecchie lire che valgono oltre 10mila euro. Se ti stai chiedendo quali siano, nelle prossime righe di questo articolo puoi trovare alcune preziose informazioni in merito.

Lire che valgono tantissimo: quali sono?

Nei tanti anni di storia che hanno caratterizzato l’utilizzo delle lire, nelle nostre tasche sono finiti numerosi pezzi che, per i collezionisti, possono rivelarsi a dir poco interessanti. In questo novero è possibile includere le 10 lire del 1946. Questo pezzo, se ben conservato, può valere fino a 6.000 euro.

Sulla conservazione è doveroso un piccolo focus. Nel caso in cui si ha a che fare con monete conservate in fior di conio, il valore è mediamente più alto rispetto a quelle conservate in stato discreto. Per quanto riguarda invece le banconote, si parla di conservazione in stato fior di stampa.

Tornando un attimo alle lire che valgono tantissimo, un doveroso cenno deve essere dedicato a un altro pezzo del 1946: le 5 lire. Quando lo si chiama in causa, si parla di una moneta che, se conservata nel migliore dei modi, può valere fino a 1.200 euro.

Come non citare poi le cosiddette lire arancia? In questo caso, si chiama in causa una moneta da 1 lira. Coniata nel 1947, si contraddistingue per la presenza, su una delle facce, di un ramo di arancia. Quanto vale? Se ben conservata, può raggiungere i 1.500 euro.

Facciamo ora un salto negli anni ’50, il decennio del boom economico. Guardiamo nello specifico al 1958, anno in cui è stata coniata una moneta da 50 lire che, oggi come oggi, può valere 2.000 se ben conservata.

Dove trovare lire che valgono tanto?

Per trovare lire che valgono tanto esistono diversi riferimenti. Uno dei più famosi è eBay. Attenzione, però: nel momento in cui si ha a che fare con le monete, non è il massimo. Il motivo è molto semplice: non è garantita una perizia su ogni singolo pezzo. Alla luce di ciò, è opportuno utilizzare portali come Catawiki, gratuiti e semplicissimi da utilizzare (ci si può loggare in pochi secondi con i propri profili social).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here