Vecchie monete portoghesi: ecco quanto valgono oggi

0
577

Il mondo della numismatica è ricco di spunti interessanti, tra i quali è possibile citare le antiche monete portoghesi. Quali sono i pezzi degni di nota? Quanto valgono oggi? Nelle prossime righe di questo articolo, scopriamo assieme la risposta a questa domanda.

Antiche monete portoghesi: ecco cosa sapere

Quando si parla di vecchie monete portoghesi, è necessario aprire una parentesi storica che affonda le sue radici nel 1139, anno in cui venne proclamata l’indipendenza del Portogallo da Alfonso Henriques, diventato successivamente re Alfonso I. Nel momento in cui si chiama in causa il periodo che l’ha visto sul trono, è necessario citare l’introduzione, su sua iniziativa, del dinheiro, moneta basata sul “denaro” della riforma monetaria carolingia.

Proseguendo con le altre tappe della storia della numismatica portoghese, si arriva il 1380, anno in cui sono stati introdotti, su iniziativa di Re Ferdinando I, il dobra d’oro e il real d’argento.

Per quanto riguarda invece il real branco, si parla di una moneta introdotta da re Giovanni I, sul trono del Portogallo dal 1385 al 1433. Paese che, come tutta la UE, oggi ha l’Euro come moneta di riferimento, il Portogallo, nel corso della sua storia, ha visto introdurre diverse monete. Degno di nota a tal proposito è l’escudo, introdotto a seguito dello scoppio, nel 1910, della Rivoluzione Portoghese.

Quanto valgono oggi le antiche monete portoghesi?

A questo punto, è naturale chiedersi quanto valgono le vecchie monete portoghesi. Non è possibile dare una risposta univoca. Tutto, infatti, dipende dallo stato di conservazione – il massimo possibile è il fior di conio, una moneta che non ha mai circolato  – ma anche dal periodo.

Giusto per fare uno dei tanti esempi possibili, chiamiamo in causa il caso delle monete da 400 reis risalenti all’inizio dell’800. In questo caso, si può avere a che fare con una cifra attorno agli 80 euro.

Per reis immessi in circolo qualche anno dopo – p.e. nel 1816 – si può parlare, invece, di somme leggermente inferiori, attorno ai 60 euro. Quest’ultima somma è spesso pagata anche per i reis risalenti al XVIII secolo.

Concludiamo facendo presente che, per trovare monete portoghesi del passato, si può fare riferimento a portali come Catawiki, siti gratuiti che garantiscono una perizia da parte di esperti su ogni singolo pezzo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here