Mille Lire – In questo articolo andremo ancora a parlare di quelle che sono le monete rare ma in questo caso parliamo di banconote di valore. Vi sono infatti alcuni pezzi che nel corso degli anni hanno raggiunto dei valori incredibilmente elevati a causa della particolarità che era stata decretata. Un esempio sono proprio le mille lire delle quali andremo parlare nelle prossime righe.

Infatti le Mille Lire di Giuseppe Verdi sono diventate veramente rarissime ed introvabili. Per questo motivo, nel caso in cui doveste ancora averne in casa vostra potrebbe essere una vera e propria fortuna. Sono state utilizzate in Italia fino al 1981 e sono state messe in circolazione nel 1969. Raffigurano appunto il viso di Giuseppe Verdi stampato su un lato mentre dall’altro il valore della banconota.

Mille Lire di Giuseppe Verdi: quanto valgono?

Il valore delle Mille Lire di Giuseppe Verdi è veramente impressionante. Infatti esso potrebbe addirittura superare le 100 mila euro. Questo è dovuto al motivo che le banconote in circolazione sono ormai pochissime e certi collezionisti potrebbero fare di tutto pur di averla.

Non si tratta di una cifra ufficiale perchè ovviamente bisogna vedere anche in quali condizioni è tale banconota. Se infatti si tratta di un pezzo mai utilizzato allora il valore potrebbe essere quello ma potrebbe scendere di molte migliaia di euro nel caso in cui la banconota sia stata utilizzata molto spesso o abbia dei segni particolari che la danneggiano.

I collezionisti infatti sono, ovviamente, molto scrupolosi nel controllare che una banconota sia perfetta ed in stato ottimale. Nel caso in cui non fosse così potrebbero addirittura non acquistarla. Vi consigliamo comunque sempre di rivolgervi ad uno specialista nel caso in cui doveste avere in casa questa banconota rara.

Accade infatti molto spesso che si subiscano determinate truffe o raggiri proprio sulle monete rare. Molta gente rischia addirittura di perdere tantissimi soldi quando si trova davanti un malintenzionato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here