Borsa Milano: seduta con volumi scarsi. Bene Wall Street

0
131

La seduta odierna a Piazza Affari non decolla, così come in generale i mercati europei. Procedono infatti in modo contrastato le borse europee. Anche l’avvio sostenuto di Wall
Street non sembra abbia offerto spunti sufficienti agli investitori per entrare sui
mercati.

Il sentiment rimane sostenuto dalle speranze sul fronte del vaccino anti-Covid, alimentate dalla notizia del fine settimana che il gruppo farmaceutico AstraZeneca. La sperimentazione clinica ripresa nel Regno Unito è ripresa dopo che la scorsa settimana era stata interrotta perchè un volontario aveva avuto dei sintomi.

Borsa Milano -0,2%

Oggi a Milano bene il settore dell’high tech che vede STM avanti del 3,7%, portato avanti dalla notizia che Nvidia acquisirà il designer di chip Arm della giapponese Softbank per 40 miliardi di dollari. Si tratta di uno degli accordi più importanti degli ultimi tempi, per quanto riguarda il settore dei semiconduttori. A Piazza Affari in rialzo RECORDATI con lo 0,6% circa. Il Settore utility italiano perde l’1,13%, continuando la seduta a 38.911,03 punti.

Tra gli altri titoli, al momento è ferma Mediaset dopo la recente corsa legata alle trattative Vivendi. In calo Tiscali. Contrastati i titoli del sottore automobilistico su timori di una nuova stretta dell’Ue sulle emissioni dei veicoli. Salgono Renault (+0,8%), Peugeot ed Fca (+0,5% entrambe), più avvantaggiate, e scendono Daimler (-1.,26%), Volkswagen(-0,88%) e Bmw (-0,48%), maggiormente colpite. In luce i bancari svizzeri Credit Suisse (+4,43%) ed Ubs (+2,55%), spinti da indiscrezioni su ipotesi di fusione allo studio. Bene anche Abn (+3,33%), SocGen (+2,24%) e Bbva (+1,9%), prese di beneficio invece su Banco Bpm.

Lo spread del rendimento tra i titoli di stato decennali italiani e quelli tedeschi si muove intorno a 149 punti base.

Il FTSEMib ha subito un calo dello 0,14% a 19.794 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 19.725 punti e un massimo di 19.968 punti. il FTSE Italia All Share ha perso lo 0,15%. “Molte banche centrali annunceranno decisioni monetarie in vista di una sessione di trading delle cosiddette quattro streghe (quadruple witching), con molti contratti future e opzioni in scadenza“, ha evidenziato l’esperto Pierre Veyre.

Borse estere

Deciso rialzo degli indici Usa (Dow Jones +1,38% e Nasdaq +2,36%). In Europa Parigi (+0,4%) e Madrid (+0,2%) sono le migliori seguite. Francoforte (-0,02%), Londra (-0,05%). Il prezzo del Brent è stabile sotto i 40 dollari al barile, dovuto ai timori sulla domanda. Mentre il dollaro perde quota a 1,188 sull’euro. Wall Street dunque ha aperto la prima seduta della settimana in rialzo. Gli scambi mattutini sono stati in netto rialzo a Wall Street, di nuovo in ripresa dopo le ulteriori ondate di vendite che hanno investito i grandi titoli tecnologici. Ottima performance anche per Apple, la casa di Cupertino, che scambia in rialzo del 2,84%.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here