Quanto può valere Dogecoin nei prossimi mesi del 2022? Ecco l’analisi

Le opinioni sono molto contrastanti, quando si parla di Dogecoin. A differenza di molte altre cripto valute, da Ethereum a Solana a Cardano, Dogecoin non è nata con un progetto concreto alle spalle. All’inizio, era solo una “meme coin”; ha preso spunto dall’immagine di un cane di razza Shiba Inu, divenuta famosa proprio per i mese su sui social, e ha creato una cripto con quel logo.

L’idea dei due ingegneri che l’hanno creata nel 2013,  Billy Markus e Jackson Palmer, era quella di rendere i pagamento divertenti. Ma il successo di Dogecoin, che può contare comunque su una grandissima e fedele community, si deve in gran parte a Elon Musk. Il co fondatore di Tesla ha spesso espresso pareri entusiasti su Dogecoin; addirittura a fine 2021 ha annunciato che la Tesla avrebbe accettato alcuni pagamenti con questa cripto valuta.

E si è anche sbilanciato dicendo che Dogecoin può arrivare a 1 euro. E’ possibile? Vediamo cosa dicono gli esperti in merito alle precisioni.

Le differenze con Bitcoin

C’è un motivo per cui Elon Musk punta ssu Dogecoin; la considera uno strumento snello, agile e veloce. Mentre, a suo dire, Bitcooin è troppo lento per il mondo delle blockchain.

In effetti Dogecoin non si presenta come riserva di valore – mentre Bitcoin è quasi divenuto un bene rifugio contro l’inflazione del denaro contante -. E ci sono moltissimi token in circolazione: circa 129 miliaardi di monete, contro i “soli” 19 milioni di Bitcoin.

La caratteristica che la differenzia maggiormente dalle altre cripto, infatti, è l’assenza di limiti di token. Un concetto assolutamente diverso da quello su cui poggia Bitcoin. Sarà anche per questo che, a differenza del resto delle monete virtuali, non sempre Dogecoin ha seguito il trend di Bitcoin, che invece solitamente segna il passo per tutti.

Previsioni Dogecoin per il 2022

Come accennato, Elon Musk sta già pensando a Dogecoin con una quotazione di 1 dollaro a token. Questo anche considerando che il massimo storico, raggiunto a maggio 2021, era di 0,76 dollari. Un risultato incredibile, pensando che a gennaio era a 0,007 dollari.

Però da maggio è iniziata la discesa, che gli ha fatto perdere il 70 per cento del valore; a chiuso a dicembre a 0,17 dollari a token.

Quindi non tutti gli esperti condividono l’ipotesi di 1 dollaro a token; quanto meno, non per il 2022. Secondo gli analisti di Wallet Investor, il target price per il 2022 sarebbe tra 0,2 e 0,4 dollari. Ci sarebbe in particolare un balzo in avanti entro l’estate, poi Dogecoin dovrebbe stabilizzarsi.

Sulla stessa scia Digital Coin Price, per cui Doge dovrebbe posizionarsi in modo stabile intorno a 0,35 dollari.

One thought on “Quanto può valere Dogecoin nei prossimi mesi del 2022? Ecco l’analisi

  1. Doge e una moneta senza utilità che vive solo di hype.e l hype ormai attorna ad essa e morto, musk o non musk.se aumenterà a 0.35/40 sarà solo per un aumento generale del cap .

    E se dovesse avere un pump appena termina va shoratata leva 20 come e stato per Shiba all ath perché non può reggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.