Nuova truffa dei centralinisti: ecco cosa succede

0
367

Quando si parla di raggiri telefonici, purtropppo ci sono sempre delle novità. In queste settimane, alla nostra redazione – come sa chi ci legge assiduamente, ci occupiamo spesso di questa tematica – sono arrivate segnalazioni in merito a una truffa messa in atto da falsi centralinisti che si spacciano per addetti Vodafone. Se vuoi conoscere i dettagli del raggiro e scoprire soprattutto come difenderti, non devi fare altro che seguirci nelle prossime righe di questo articolo.

Come funziona la truffa dei falsi centralinisti Vodafone

La truffa dei falsi centalinisti Vodafone è legata al fatto che, da quando è iniziata l’emergenza sanitaria causata dal Covid-19, tantissimi utenti della compagnia telefonica hanno notato delle forti deficienze relative alle linee.

Approfittando di questa situazione oggettivamente problematica – per rendersene conto, basta ricordare l’impatto sullo smart working – i criminali hanno escogitato una truffa che prevede il contatto da parte di falsi centalinisti, che chiamano le vittime per carpire dati anagrafici e sensibili fingendo di offrire aiuto per la risoluzione del problema tecnico sopra citato.

Doveroso è ricordare che questa truffa viene messa in atto con contatti anche tramite Whatsapp. Tornando un attimo ai dati richiesti, ribadiamo che, tra questi, ci sono anche informazioni sensibili legate all’home banking. Con queste informazioni in mano accedono ai conti correnti delle proprie vittime, sottraendo denaro (anche somme ingenti).

Attenzione: la truffa dei falsi centralinisti viene messa in atto facendo riferimento anche ad altre situazioni considerate problematiche dagli utenti. In questo novero è possibile includere gli aumenti di tariffe.

In questo caso, sempre tramite telefonate o attraverso messaggi di Whatsapp caratterizzati dalla presenza di un link, si invitano gli utenti a comunicare ai truffatori i propri dati sensibili, in primis quelli della banca.

A questo punto, è naturale chiedersi come ci si difende da queste truffe. Scopriamolo assieme nel prossimo paragrafo.

Come difendersi dalla truffa dei falsi centralinisti?

Difendersi dalla truffa dei falsi centralinisti è molto semplice. Basta rammentare che Vodafone – ma anche le altre compagnie telefoniche – non contattano mai i clienti in privato. Eventuali comunicazioni relative alle variazioni tariffarie vengono comunicate in fattura. Facciamo altresì presente che, per quanto riguarda i disservizi, la compagnia li risolve senza bisogno dell’invio di moduli. Per segnalare il tutto basta infatti contattare il servizio clienti ai numeri ufficiali delle varie aziende.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here