Quando si parla di vaglia postale, si inquadra un servizio che consente di inviare denaro – o di riceverne – pur senza possedere un conto corrente.

Quanto costa? Come fare per risparmiare? Se ti stai facendo questa domanda, nelle prossime righe di questo articolo puoi trovare la risposta.

Costi

Quando si parla di vaglia postale, è necessario chiamare in causa l’esistenza di diverse tipologie di servizio. Ecco quali sono e i relativi costi:

  • Vaglia ordinario: quando si parla dei suoi costi, è necessario ricordare che ammontano a 6 euro presso gli sportelli Poste Italiane. Diversa è la situazione online: in questo caso, infatti, il costo del vaglia corrisponde a 2,50 euro.
  • Vaglia internazionale: in questo caso, si parla di un costo pari a 6 euro. Il vaglia di questa tipologia consente l’invio di somme minime pari a 1 centesimo di euro. Quelle massime, invece, variano sulla base delle regole del Paese di destinazione.
  • Vaglia circolare: in questo frangente, i costi variano sulla base degli importi. Quando si invia una cifra fino a 1999,99 euro, si parla di un costo pari a 3. Nei casi in cui, invece, si superano i 2000 euro, il costo sale a 8 (la somma massima da considerare in questo caso è pari a 49.999,99 euro). Degno di nota è anche il caso degli importi superiori ai 50.000 euro, che prevedono un costo di 10 euro per il singolo vaglia.
  • Vaglia veloce, caratterizzato da un costo di 10 euro a carico del mittente.

Come risparmiare

La domanda su come risparmiare quando si effettua un vaglia postale ha una risposta molto chiara: optando per il vaglia postale ordinario online.

Questa tipologia è la più diffusa: tra i motivi del suo successo è possibile citare la rapidità. Il denaro, infatti, arriva a casa del destinatario nell’arco di 3/4 giorni (parliamo di somme massime pari a 2582,28 euro). La riscossione può essere richiesta entro due anni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here