Disability Card: cos’è, come ottenerla, requisiti

Analogamente a quanto avvenuto per patenti e carte di identità, anche i certificati medici che testimoniano la disabilità di un cittadino andranno incontro ad una vera e propria modernizzazione.

Ciò si concretizza nella Disability Card, una tessera che servirà per testimoniare la propria condizione di disabilità e permettere nel contempo di avere a disposizione agevolazioni come riduzioni di prezzo e bonus specifici. La Disability Card è la concretizzazione di un progetto europeo che coinvolge 8 paesi dell’UE, denominato Diritti, Uguaglianza e cittadinanza che ha portato al “piano” EU Disability Card.

Nel nostro paese questa tessera è nata grazie alla collaborazione di due enti attive per agevolare la vita alla popolazione disabile, che ad oggi conta oltre 4 milioni di individui, ossia la Federazione italiana per il superamento dell’handicap e Federazione tra le associazioni di persone con disabilità.

Disability Card, cos’è

L’obiettivo della Disability Card sarà quello di “racchiudere” tutta la documentazione, solitamente ingombrante e poco pratica di disabilità in questa tessera personale, che funge anche da documento di identità. Dotata di Qr Code e di nominativo scritto anche con l’alfabeto braille, conterrà tutte le informazioni del cittadino che la possiede, e sarà valida in tutta Europa. L’intento è di rendere questo documento l’unico necessario per poter usufruire di ogni agevolazione possibile.

Permetterà di accedere a diverse agevolazioni come accedere a eventi pubblici, mostre e musei a prezzo ridotto oppure gratuito, così come anche prezzi ridotti per il trasporto pubblico. Le funzionalità saranno ampliate nel corso del tempo.

Requisiti e come ottenerla

Chiunque sia affetto da una forma di disabilità collocata tra il 67% ed il 100 % potrà farne richiesta all’INPS, in generale ogni soggetto che presenta disabilità media, grave e di non autosufficienza.

Ogni Disability Card avrà la durata di 10 anni e potrà essere richiesta gratuitamente attraverso il portale dell’INPS a partire dal mese di febbraio 2022 attraverso una procedura che è stata definita “semplificata”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.