Bonus affitto di 12 mila euro: chi può riceverlo?

Il provvedimento conosciuto come Bonus Affitto è stato ufficialmente prorogato anche per il 2022 dopo l’ultima legge di bilancio firmata il 30 dicembre 2021: questa forma di agevolazione per i giovani under 31 prevede una vera e propria detrazione. La legge di bilancio 2022 infatti non riguarda solo incentivi ed agevolazioni relative al mondo del lavoro ma è stata concepita per incentivare l’entrata in società da parte dei giovani.

Cosa cambia rispetto al 2021?

Bonus affitto di 12 mila euro: chi può riceverlo?

Si tratta di una delle forme di bonus maggiormente apprezzate dai giovani che hanno difficoltà a trovare un livello di indipendenza dal punto di vista immobiliare.

E’ una detrazione pari al 20 % del canone di locazione di un locale in affitto o parte di esso (a patto che non risulti intestato ai propri genitori) per i giovani tra i 20 ed i 31 anni che hanno un reddito annuo non superiore ai 15.493,71. Non esistono vere eccezioni per la tipologia di immobile.

Il Bonus spetta per i primi 4 anni di contratto e l’importo detraibile risulta essere di 2000 euro, contro i 2400 euro del 2021.

Come richiederlo

Non è ancora stata ufficializzata la modalità di domanda per il 2022, ma nel 2021 il tutto avveniva per via telematica, utilizzando il portale dell’Agenzia delle entrate, con il quale era possibile presentare la domanda attraverso uno dei seguenti metodi.

  • Identità Digitale SPID
  • Carta Nazionale dei Servizi
  • Carta d’Identità Elettronica
  • Fisconline/Entratelbonus affitto

L’importo della detrazione avveniva, e molto probabilmente continuerà ad avvenire, attraverso un bonifico: il richiedente deve inserire le proprie credenziali come il codice fiscale del richiedente, codice IBAN, l’intera documentazione relativa al contratto di locazione e la scadenza di quest’ultima. E’ possibile effettuare la domanda anche attraverso un qualsiasi Caf o Patronato presente sul territorio nazionale.

Nel caso di più persone presenti presso il medesimo immobile, questi potranno presentare singolarmente una domanda nei modi già elencati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.