Addio alle banconote dell’euro: pazzesco, ecco cosa cambia

Addio banconote in tutta Europa, o meglio in tutta Italia. La situazione è veramente molto difficile da controllare a causa dei pagamenti digitali che stanno sempre più prendendo campo.

Le nuove legislazioni su prelievi e depositi dal conto corrente stanno man mano facendo scomparire le banconote e per questo motivo ci apprestiamo a salutarle tra non più di 5 anni. Sembra infatti che la strada che si sta percorrendo al momento sia ormai a senso unico, infatti, e che da qui non si torna più indietro.

Le banconote stanno praticamente scomparendo ed è sempre più difficile effettuare pagamenti se non attraverso una possibile carta di credito o carta bancaria. Molte sono le opportunità, nel caso in cui non se ne abbia ancora una, per attivarla. Si possono infatti trovare facilmente delle banche online o recarsi presso la propria filiale e chiedere uno di questi strumenti finanziari.

Abbiamo a lungo parlato anche di Postepay che proprio per questo motivo sta allargando a dismisura i propri orizzonti. Grazie ai tantissimi servizi offerti, tra i quali anche quello di poter accreditare automaticamente lo stipendio sul nostro conto, è diventata sicuramente una delle carte di pagamento più utilizzate in tutto il territorio nazionale.

Le novità legate ai prelievi al Bancomat, che non ci permettono più di superare certe cifre giornaliere, ha permesso ai pagamenti digitali di andare avanti. Grazie a questo si riuscirà dunque a contrastare anche quello che viene chiamato denaro sporco: tante sarebbero state infatti nel tempo le aziende che avrebbero riutilizzato soldi non fatturati e quindi non dichiarati per pagamenti aziendali.

Banconote

Addio alle banconote: cosa fare?

Tantissimi nostri utenti ci hanno chiesto se le banconote dell’euro continueranno comunque ad avere validità ed ovviamente a questa domanda rispondiamo in maniera affermativa. Non ci sono dubbi che le banconote continuino ad essere valide ma sarà sempre più difficile averle all’interno dei nostri portafogli.

Sulla questione vi terremo comunque aggiornati in maniera tale da non rischiare anche multe o sanzioni per l’utilizzo del contante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.